5 marzo 2018

New York, non solo Manhattan: è Greenpoint la nuova zona hip da scoprire

Shopping low cost, reading con gli scrittori, brunch con people watching, tatuaggi vintage, birrata con gli hipster: il cuore più cool di NYC batte a Greenpoint, ex quartiere industriale e marinaro a nord di Brooklyn ignoto ai turisti (e anche a molti newyorkesi)

 

Che skyline!

Il Wnyc Transmitter Park, nato nell’area dove sorgevano le torri della radio Wnyc, è il waterfront di Greenpoint con prati, giardini e fontane. Il suo angolo top è il pontile sull’East River: da qui vedrai uno skyline di Midtown Manhattan che pochi turisti hanno ammirato da questa prospettiva! L’ora migliore: il crepuscolo, quando tutto si colora di blu.

Passione al vinile

Cerchi un 33 giri cult di Madonna o dei Queen? A Oak Street c’è il tempio del vinile, Academy Records, dove spulciare tra migliaia di 33 giri che hanno fatto la storia della musica.

Tiratela da locale

Per sentirti come un newyorkese vai da A/D/O, spazio multifunzionale di 7.000 mq con aree per il co-working, galleria d’arte, negozio di design e Norman, ristorante scandinavo.

Più graffiti per tutti

Greenpoint è un museo a cielo aperto: molti edifici e magazzini sono decorati da coloratissimi murales. Il più bello? The Greenest Point Murals degli street artist Faile, Askew1 & Vexta, che rappresenta una ragazzina sdraiata al Wnyc Transmitter Park.

Barattoli di benessere

Da Antidote Apothecary + Tea Bar trovi miscele di tè (da € 5,50), ottimi dolci
e le lunch jar (insalate in barattoli di vetro; da € 11). E ancora, oli aromaterapici e cosmetici naturali (creme per il corpo € 26).

Souvenir sulla pelle

Hai sempre voluto farti tatuare 
un pirata o un delfino? East River Tattoo è il tuo posto: un tattoo parlor specializzato in disegni a tema marino e nautico che sembra uscito da un film 
degli anni 50. Tatuaggi da € 100; indispensabile prenotare.

Reading d’autore

Molti libri su NYC e chicche di editori indipendenti da Word, libreria
che organizza anche frequenti incontri con gli autori.

Breakfast in giardino

Sembra una residenza privata, ma Milk and Roses è un caffè-ristorante con le pareti tappezzate di libri e un grazioso giardino. Vai per gustare una ricca prima colazione a base di yogurt 
e frutta (da € 10).

Ed è subito brunch

Five Leaves è uno dei locali migliori per 
fare people watching gustando 
il brunch a base di uova 
in camicia (€ 11).

Dimore da capitani

Greenpoint era sede di cantieri navali: qui convivevano gli operai (immigrati italiani, irlandesi
e polacchi) e i capitani, per i quali furono costruite delle lussuose dimore, che tuttora fiancheggiano le strade alberate. Scoprile in bici: nel quartiere ci sono tre stazioni di bike sharing (con Citybike Nyc, day pass € 10).

Stoffe dal mondo

Su Freeman Street si affaccia la boutique di Caroline Z Hurley, che disegna arredi per la casa in tessuti naturali (lino, cotone, lana) ispirati ai suoi viaggi. L’ultima collezione si chiama Big Sur, come la mitica località californiana (runner da tavola € 33).

Brindisi con le bionde

Voglia di birra? Vai da Greenpoint Beer & Ale, una conviviale craft brewery ricavata in un ex deposito dove producono ottime birre artigianali. Frequentala nel weekend per goderti il sole del dehors e mischiarti con gli hipster. E se ti viene fame, non mancano gli hamburger (€ 10).

Shopping d’antan

Feng Sway è un originalissimo negozio di gioielli, tappeti, portapiante, mobili, abiti vintage e folk da tutto il mondo. Molto stilosi gli occhiali da diva anni 50 (costano sui € 90). A disposizione anche fashion designer per adattare alla propria taglia i capi acquistati.

INFO PRATICHE

Ente del Turismo
Al sito nycgo.com tutte le dritte per organizzare la propria trasferta newyorkese con, in più, indicazioni sulle attrazioni (anche quelle gratuite) e sugli sconti da non perdere.
Come arrivare
Dal 1° giugno, Air Italy inaugurerà nuovi voli diretti tutti i giorni da Milano Malpensa a New York JFK: tariffe andata e ritorno a partire da € 355. Per chi non vuole aspettare giugno, con Alitalia, il biglietto a/r da Roma costa da € 454; chi vola da Milano Malpensa, invece, spende da € 386.
Dove dormire
Per vivere Greenpoint “like a local”, niente è meglio che affittarsi una camera, o un’intera casa, su Airbnb. Ricca la scelta di sistemazioni sparse per il quartiere, perfette per ogni budget: anche se è a soli 20 minuti di metro dal centro, i prezzi sono decisamente più bassi che a Manhattan! Per esempio, una doppia in casa con gli ospiti (il modo migliore per conoscere i segreti del quartiere) costa da € 66 a notte, uno studio indipendente da € 75 e un loft da urlo € 140.

testo e foto di Fabrizia Postiglione