13 maggio 2018

Cannes 2018: la marcia delle attrici #metoo

 

Una vera e propria marcia, ma glam. Decine di attrici e donne dello showbiz hanno deciso di mobilitarsi compatte sul red carpet del 71° Festival di Cannes in nome del movimento #metoo contro le molestie sessuali e per la parità tra uomini e donne, non solo a Hollywood. Per la manifestazione è stata scelta la serata dedicata a un film di combattenti donne: Les filles du soleil di Eva Husson, una delle tre registe donne in competizione al Festival, racconta la guerra delle soldatesse curde nelle loro terre contese tra Siria e Turchia e preda dell’Isis.

Un titolo che è sembrato di grande attualità anche per evocare le battaglie femminili nel mondo occidentale. Attrici e donne dello showbiz sono state capeggiate dalla 89enne regista-icona francese Agnes Varda e da Cate Blanchett, presidente della giuria scelta per la prima edizione di Cannes seguita allo scandalo Weinstein dello scorso ottobre alla nascita del movimento internazionale #metoo che, oltre alla denuncia di molestie e abusi sessuali, si batte per la parità tra uomini e donne in tutti i campi a cominciare dal trattamento economico a parità di lavoro.

Tra le partecipanti al’iniziativa di Cannes sono apparse le italiane Jasmine Trinca e Claudia Cardinale (che lunedì parleranno dell’associazione italiana Dissenso Comune), le francesi Marion Cotillard e Léa Seydoux, le americane Kristen Stewart e Salma Hayek. Ed entrate al Grand Theatre Lumiere, sono state accolte da un’ovazione.

V.V.