10 aprile 2017

Harry Styles debutta come solista. E fa il botto!

 

Harry Styles degli One Direction ha fatto il suo debutto da solista pubblicando il suo primo, attesissimo singolo. Si intitola Sign of the Times, è una ballata dolce (ma non sdolcinata) e, come ci aspettavamo, ha fatto il botto: dopo appena otto ore dal rilascio ufficiale, il brano è schizzato in vetta alle classifiche di ben 82 Paesi. Negli Usa, in particolare, ha segnato un record pazzesco: ha raggiunto il primo posto in soli 19 minuti (superando il primato di Adele). Il singolo di Harry Styles è disponibile negli store e sulle piattaforme di musica in streaming Apple Music e Spotify.

Sui social, ovviamente, è standing ovation, l’hashtag #Signoftimes va alla grandissima e anche Billboard fa i complimenti al 23enne degli One Direction: secondo la prestigiosa rivista musicale, Sign of the Times rappresenta una svolta rock nella carriera del cantante e ricorderebbe addirittura i Beatles dell’ultimo periodo, con tocchi di George Michael, Coldplay e Robbie Williams.

Harry suonerà Sign of the Times dal vivo il prossimo 15 aprile al Saturday Night Live, programma tv statunitense, in onda sulla NBC. Entro la fine di aprile dovrebbe invece uscire il videoclip ufficiale della canzone (girato in Scozia e diretto dal francese Yoann Lemoine, noto con il nome d’arte di Woodkid), che fa da apripista al primo album da solista di Harry, a cui hanno collaborato musicisti super, come Bruno Mars, Rolling Stones e Johnny McDaid degli Snow Patrol.

Che fine faranno a questo punto gli One Direction?, si chiedono le fan preoccupate. Harry non ha abbandonato il gruppo, anche se lui e gli altri tre componenti della band rimasti (dopo che il quinto membro, Zayn Malik ha lasciato, nel 2015) non stanno lavorando a nessun nuovo album insieme. È invece fissata per agosto l’uscita al cinema del film Dunkirk, kolossal di guerra diretto da Christopher Nolan, dove vedremo Styles in versione attore. Un altro conto alla rovescia da far partire!