5 settembre 2017

Venezia 2017, Jennifer Lawrence mamma horror

Luminosa, angelica come sempre, Jennifer Lawrence è a Venezia per presentare il suo nuovo film mother! diretto dal suo compagno (stanno insieme da un annetto) Darren Aronofsky, regista in passato di The Wrestler e Il cigno nero, e interpretato tra gli altri da Javier Bardem, Ed Harris e Michelle Pfeiffer. Film che ha suscitato alla prima proiezione un misto di applausi e fischi. Racconta la storia di una coppia (Lawrence e Bardem), che vive in una grande casa ricostruita dopo un incendio e dove lui (curiosamente dei protagonisti non viene mai svelato il nome), scrittore in crisi creativa, cerca nuova ispirazione nella sua musa, la moglie. Ma quella che sembra un’atmosfera da sogno comincia quasi subito a cambiare, il film si trasforma piuttosto velocemente in un horror. Neppure tanto riuscito.

Definito dallo stesso regista “un cocktail molto forte che potrebbe non piacere” mother! mostra una Lawrence seducente ma angosciata, succube del marito e via via (comprensibilmente) sempre più terrorizzata. Perché accettare un ruolo così? “Perché Darren ha scovato un lato oscuro di me che non sapevo di avere. Girare questo film è stato molto faticoso, soprattutto per una col mio carattere, che ha paura di tutto” dichiara. E mentre ammette che presto girerà un film con l’amica-sorella Amy Schumer (saranno due gemelle disfunzionali in una pellicola scritta insieme) ammette che, in mother! era molto attratta dal ruolo interpretato da Michelle Pfeiffer. A conti fatti, difficile darle torto.

Elisabetta Sala