28 February 2020

9 beauty trend per la P/E 2020

Tendenze trucco, capelli, unghie: dal make up monocromatico alle acconciature basic, dalla  nail art essenziale ai profumi no gender. Ecco i beauty trend più forti per la primavera estate 2020

 

È tempo di novità beauty!  Direttamente dalle passerelle P/E 2020 abbiamo selezionato 9 tendenze trucco, capelli, unghie perfette da adesso alla fine dell’estate. Per la bella stagione in arrivo, trucco, parrucco e manicure sono fortemente ispirati allo stile minimal che ha caratterizzato gli anni 90.  Vuoi scoprire tutte le tendenze? Continua a leggere qui. Poi, sfogli la gallery per scoprire i prodotti più nuovi.

Blush pesca

Dopo stagioni di dominio incontrastato di contouring e guance pink, il blush pesca si conferma la tendenza per la prossima stagione, come insegnano le sfilate, da Jason Wu a Etro. Un tocco bonne mine caldo e delicato dall’effetto naturale, perfetto per gli incarnati più chiari.

ETRO ©Imaxtree

Labbra matt

Se un’icona dell’industria cosmetica come Huda Kattan lancia una collezione di rossetti ispirata alle nuance indossate dalle top degli anni 90, il trend è servito. Le sfumature super mat effetto velluto, dal rosa sensuale al marrone caldo, hanno invaso pure le passerelle. L’amarcord è sulle labbra di tutte.

MOSCHINO ©Imaxtree

Acconciatura raccolta

Parliamo dei tendrills, che più anni 90 non si può, avvistati sugli ultimi red carpet più importanti. Da Camila Morrone (in foto, collana Messika) a Margot Robbie, da Renée Zellweger a Emma Marrone: l’acconciatura raccolta, che lascia liberi alcuni capelli a incorniciare il volto, non è cool: di più.

CAMILLA MORRONE, COLLANA MESSIKA ©Courtesy Press Office

Profumo unisex

Unisex e dalla confezione in cartone riciclato, uno dei primi a essere attento all’ambiente, Ck One di Calvin Klein irrompe nel 1994 infrangendo le regole. Con gli anni si è evoluto diventando oggi CK Everyone, eau de toilette gender neutral e dal Dna anticonformista.

Smokey-eye marrone

Dedicato a chi cerca un’alternativa più naturale rispetto al classico nero, ecco lo smokey-eye giocato nei toni del cacao e caramello, dal retrogusto “so Nineties”. Ispirati al trucco avvistato in passerella da Tom Ford per un make up al cioccolato attira sguardi.

TOM FORD ©Imaxtree

Clean beauty

Si fa sempre più strada la cosmetica pulita, che riduce la lista degli ingredienti ed elimina la chimica superflua: rispettosa della pelle, trasparente verso i consumatori e planet-friendly. Un “bell-essere” a tutto tondo, in linea con il pensiero minimalista degli anni del grunge.

Capelli color mogano

Se non fosse stata la tinta più in voga nei 90, non sapremmo nemmeno definirla: tra marrone e viola, quasi rosso. Ha fatto capolino alle sfilate P/E di Brandon Maxwell, Rochas e Mugler. Puoi ottenerla con l’henné, 100% naturale, e questo la rende ancora più “wannahave” nel 2020.

ROCHAS ©Imaxtree

Make up luminoso & light

L’incarnato abbaglia e il risultato è fresco e naturale: il make up che c’è ma non si vede ha accompagnato alcune delle sfilate più attese, in prima fila Prada e Tod’s. Cosa c’è di più minimal? Ed è proprio negli anni 90 che i fondotinta da coprenti e colorati diventano luminosi: l’era dell’opaco termina in questo decennio e inizia quella della luce. Negli stessi anni nasce anche un prodotto cult come Le Météorites di Guerlain, perle multicolore (combo di cipria, blush e terra) che lasciano un velo luminoso: mai più senza delle beauty addicted di oggi e di allora.

PRADA ©Imaxtree

 

French manicure

La lunetta bianco gesso su base neutra era proprio sulle unghie di tutte. Ora torna in gran spolvero, attualizzata in versione 3.0. Come quella proposta dalla nail-artist Betina Goldstein che, per la griffe Khaite, la reinventa super sottile e glitterata.

Nail art by @BETINA_GOLDSTEIN

Di Ilaria Perrotta