21 Maggio 2019

Annakiki for Huawei: lo smartphone diventa stilista

L’intelligenza artificiale degli smartphone top di gamma Huawei, dopo aver imparato i fondamentali della moda, ha ispirato la designer Anna Yang. Il risultato? Una collezione da fantascienza!

 

Prendi un telefonino super intelligente, aggiungi l’estro creativo di una stilista… et voilà, la collezione è servita.Stiamo parlando della caspule di Anna Yang, Creative Director e fondatrice del brand Annakiki, realizzata con l’aiuto dell’Intelligenza Artificiale installata sui cellulari Huawei P30 top di gamma della linea 2019.

La collezione è il risultato di un lavoro in team tra la stilista e un’applicazione sperimentale messa a punto per l’occasione da Huawei. L’app si chiama Fashion Flair e, sfruttando il cervello dello smartphone (formato da una rete di “neuroni” artificiali), ha studiato nei minimi dettagli 30mila immagini di moda.

Il materiale analizzato comprende i capi vintage dagli anni 20 ai 70, le tendenze dal 2000 a oggi, gli  archivi dell’agenzia fotografica Showbit e tutti i modelli delle più recenti collezioni di Annakiki. Dopo aver “studiato” ed elaborato questo enorme elenco di stili il software Fashion Flair ha generato una serie di bozzetti, offrendo alla stilista un’inedita fonte di ispirazione.

Da questa fantascientifica collaborazione Anna Yang ha realizzato 20 capi, dall’abito chic all’outfit sporty glam, che richiamano i colori amber sunrise, breathing crystal, aurora e black, che caratterizzano le cover dei modelli P30. La collezione Annakiki for Huawei è disponibile in esclusiva sullo store online LuisaViaRoma. Una parte del ricavato della vendita servirà a finanziare i giovani talenti di una delle principali accademie di Fashion Design italiane.

La collezione è stata presentata con una suggestiva sfilata il 10 maggio a Milano, davanti a un parterre di vip, influencer e addetti ai lavori. Tra gli ospiti, i Clean Bandit, Kasia Smutniak, Valentina Ferragni, Alena Seredova, Anna Dello Russo e Nadege. Scopri nella gallery i look di Annakiki for Huawei e i photocall dell’evento.

Di Cecilia Pedron