24 Gennaio 2014

In libreria il Piccolo dizionario della moda di Monsieur Dior

«Per una donna è possibile essere elegante senza spendere troppo. E se lo dice monsieur Christian Dior, c’è da crederci. Ora esce il suo Piccolo dizionario della moda (Ultra, € 15). Certo, è un testo del 1954 (per la prima volta pubblicato in Italia), ma non aspettatevi niente di datato, anzi. «Semplicità, buon gusto e cura dei dettagli sono i tre fondamenti dello stile, e non richiedono denaro» scrive Dior. «Prima di tutto, dovete studiare voi stesse, imparare a capire cosa vi si addice e cosa no».

Ma una voce ci piace, tra la C come Colletto e la N come Nero, è la V di Vitalità: «Qualsiasi cosa facciate, per lavoro o per piacere, fatela con entusiasmo. Questo è il segreto della bellezza, anche nella moda: non c’è bellezza che attragga, senza vitalità». Ma ecco qualche voce: Borsetta: «Le borse migliori sono sempre le più semplici. Una borsa non è un cestino della carta straccia. Non potete riempirla con ogni genere di cose e aspettarvi che duri a lungo». Colletti: «I colletti piccoli hanno un’aria più giovanile». Pieghe: «Io amo le pieghe perché sono femminili, energiche e dinamiche. Valorizzano ogni donna». Abito da ballo: «Il sogno di ogni donna, e deve darvi l’aspetto di un sogno». Rosso: «Il rosso è un colore energico e benefico. È il colore della vita».

di Paola Sara Battistioli