Lorenzo Baglioni: “L’isola degli eroi” è tutta energia

10 Settembre 2019

 

Lorenzo Baglioni conduce la seconda edizione del game show L’isola degli eroi, una sfida tra giovanissimi che regala emozioni a tutta la famiglia 

 

Un team di 12 giovanissimi  – dai 9 ai 12 anni – un’isola misteriosa, una serie di giochi/sfide avvincenti e un conduttore super simpatico, Lorenzo Baglioni (31 anni), che con i ragazzini ci sa davvero fare: ecco gli ingredienti vincenti della seconda edizione del programma L’ isola degli eroi in onda ogni lunedì alle ore 19.50, dal 16 settembre, su Boing (canale 40 del digitale terrestre). Se volete, potete già entrare nel mood: basta seguire in questi giorni, sempre alle 19.50 e sempre su Boing, la striscia Aspettando l’isola degli eroi.

«Attenzione: “L’Isola” non è un reality», spiega Lorenzo. «È un game show, invece, dove un gruppo di bambine e di bambini si mette in gioco e affronta una serie di prove fisiche e intellettuali. Naturalmente non manca un bel po’ di sana competizione, perché l’isola alla fine prevede un eroe, o un’eroina (l’edizione dell’anno scorso è stata vinta dalla dodicenne Jasmin, ndr), che quest’anno si porterà a casa un premio finale fantastico: un viaggio in tutto il mondo, da vivere con la propria famiglia».

La seconda edizione de L’isola degli eroi, girata quest’estate in Spagna, ha entusiasmato Lorenzo Baglioni, che oltre ad essere cantante, autore e attore, conferma anche con il pubblico teen le sue doti di conduttore. È perfettamente a suo agio con una schiera di giovanissimi: «Ho fatto anche l’insegnante nelle scuole superiori, quindi ho una certa esperienza», dice. «I concorrenti del programma sono più piccoli dei miei ex alunni, ma lavorare con i giovanissimi partecipanti dell’isola è entusiasmante. La cosa che mi ha colpito tantissimo è la loro grande energia insieme alla curiosità e all’emozione che provano quando stanno sul set, che si diffonde contagiando tutta la troupe. Ed è proprio questo mix di qualità che regala carattere al programma».

Il mio sogno? Fare il conduttore di programmi scientifici

Il segreto del successo di questo game show, però, è dovuto molto anche nella bravura e simpatia del prestatore. Che non nasconde di avere un’altra, finora segreta vocazione: diventare conduttore televisivo di programmi di divulgazione scientifica. Un po’ come Mario Tozzi o Alberto e Piero Angela, per intenderci. 

«Presentare mi piace tantissimo, mi fa sentire come in uno spazio amico e familiare. Fare questo mestiere è una palestra incredibile e ti dá la possibilità di confrontarti e di imparare sempre cose nuove», dice. «Sono stato entusiasta di essere stato invitato da Mario Tozzi per la puntata di “Sapiens” dedicata alla luna. E mi piacerebbe tantissimo condurre un programma come il suo».

Certo, Lorenzo vuole restare sempre con un piede nel mondo della canzone, quello che lo ha lanciato. «Non voglio abbandonare la musica: è un altro potentissimo e bellissimo mezzo di comunicazione che mi permette di raccontare. E poi anche fare l’attore non mi è dispiaciuto affatto. Insomma, per ora mi diverte “zampettare” un po’ qui e un po’ là tra queste forme artistiche, se c’è qualcuno che mi consente di farlo».

Lorenzo, oltre a condurre il programma su Boing, è già in onda proprio in questi giorni su Rai Due, in seconda serata, con nuovo format musicale: Un palco per due insieme a Carolina Rey. Si tratta di una sorta di concerto al buio dove due personaggi del mondo della musica appartenenti a generi diversi si incontrano e cantano insieme. 

Che dire: la TV italiana ha bisogno di nuovi conduttori (e cantanti!) bravi, preparati e simpatici e Lorenzo Baglioni ha tutte le carte in regola per riempire il piccolo schermo, YouTube & Co. per i prossimi anni. E poi ci piace perché… ama gli animali. A proposito: su Instagram ha postato le foto della sua nuova e bellissima gattina Matilda, il suo primo pet con il quale condivide la sua vita e la sua casa.