Milano: al Teatro Menotti si recita a… cena

23 Maggio 2019

Uno spettacolo diverso dal solito, con tavoli al posto di poltrone, senza sipario né quinte. Trattoria Menotti, siamo tutti buongustai!

 

L’ispirazione viene da lontano, perché correvano gli anni Sessanta e Giorgio Gaber nella sua Trani a vogò descriveva l’atmosfera di quei locali un po’ malfamati e dei loro clienti in una Milano popolare dove si passava la sera “scolando barbera”. Beh, il salto temporale è di quelli che danno le vertigini, visto che da allora sono trascorsi quasi sei decenni, e dire che intanto è cambiato il mondo è usare un eufemismo.

Ma al di là del salto epocale un fattore resta intatto ed è la voglia della gente di stare insieme, di incontrarsi per confrontarsi, per pensare al cambiamento, per far fuori i fantasmi e le paure, per condividere. Un’esigenza che, apparentemente repressa, è esplosa, sta esplodendo, e a raccoglierla puntualmente e farla propria è una compagnia teatrale che con lo spettacolo Trattoria Menotti propone una performance fuori dal coro. Niente più poltrone, quinte, sipari e palcoscenico. Chi vuole potrà mangiare, bere, partecipare, o anche solo guardare e ascoltare. Abito scuro? No, grazie. Dress code informale, per una serata tra amici.

Info: Trattoria Menotti, Metti un teatro a cena, regia di Emilio Russo, con Marco Balbi, Enrico Ballardini, Paolo Bessegato, Gianna Coletti, Claudia Donadoni, Helena Hellwig e Musica da Ripostiglio. Dal 23 maggio al 16 giugno. Biglietti da 15 euro, cena esclusa (catering, con piatti della tradizione lombarda, a cura di Artecucina).

Per info e biglietti visita il sito del Teatro Menotti, tel. 0236592544, o manda una email a biglietteria@tieffeteatro.it.