Un grande live show set su RaiUno per aiutare la Protezione Civile

24 March 2020

Musica che unisce sarà in onda alle 20.35 il 31 marzo sul RaiUno. Obiettivo: raccogliere fondi per l’emergenza sanitaria. Da Bolle a Bocelli, da Brunori a Cremonini e Fedez, fino a Luca Zingaretti: tutti impegnati (gratuitamente) dalle loro abitazioni

 

Tutti insieme, tra le mura domestiche, per aiutare la Protezione Civile e raccogliere fondi (a ritmo di musica) per fronteggiare l’emergenza. Lo show – un immenso video set live dei migliori artisti della musica leggera  – sarà trasmesso su RaiUno e su tutte le piattaforme social della tv pubblica  il 31 marzo 2020, a partire dalle 20.35. Una staffetta – dal nome non casuale Musica che unisce – che ribadisce l’importanza della solidarietà, con i più grandi artisti della scena musicale italiana che suoneranno dalle loro case a titolo gratuito.

L’elenco dei musicisti che si sono resi disponibili comprende Andrea Bocelli, Fedez, Alessandra Amoroso, Brunori Sas, Calcutta, Cesare Cremonini, Diodato, Elisa, Ermal Metal, Fracesca Michielin, Francesco Gabbani, Gazzelle, Emma, Gianni Morandi, Gigi D’Alessio, Maneskin, Levante, Ludovico Einaudi, Marco Mengoni, Mahmood, Paola Turci, Riccardo Cocciante, Tiziano Ferro, Tommaso Paradiso.

 

A impreziosire la serata ci saranno i contributi, dal mondo del cinema, di Luca Zingaretti e Paola Cortellesi e da quello della danza dell’Etoile Roberto Bolle. Spazio anche per il mondo dello sport, con i messaggi di Andrea Dovizioso, Bebe Vio, Federica Brignone, Federica Pellegrini, Roberta Vinci, Valentino Rossi. Il tutto accompagnato dalla voce narrante del giornalista e critico Vincenzo Mollica.

Musica che unisce è un evento ideato da Latarma Management srl e prodotto in collaborazione con RAI. Il conto corrente messo a disposizione dalla Protezione Civile è Banca Intesa Sanpaolo Spa – Filiale di Via del Corso, 226 Roma IBAN: IT84 Z030 6905 0201 0000 0066 387 – BIC: BCITITMM con la causale: Musica che unisce. Sarà possibile effettuare la donazione con anche un click direttamente sulla piattaforma Forfunding messa a disposizione da Intesa Sanpaolo e personalizzata: Musica Che Unisce. Per tutte le informazioni scrivere info@musicacheunisce.it.