23 November 2019

La vita noir di lady Gucci

 

Nel 1995 Patrizia Reggiani fece uccidere l’ex Maurizio Gucci. Oggi quella storiaccia torna sotto i riflettori: avrà il volto di Miss Germanotta

Lady Gaga diventa Lady Gucci, complice Ridley Scott, ammaliato dal fattaccio di cronaca datato 1995: amore e morte, delitto e castigo. Dopo aver letto il libro di Sara Gay Forden The House of Gucci, ha comprato i diritti e non vede l’ora di cominciare. Così Patrizia Reggiani, che con notevole sangue freddo ha organizzato l’assassinio del marito Maurizio Gucci, ultimo erede della dinastia fashionista, acquisterà un pezzetto di immortalità cinematografica.

Sangue freddo e 600 milioni di lire

I fatti: lui la molla per un’altra dopo un lungo matrimonio e due figlie, lei pensa che l’offesa sia insopportabile. Il “pacchetto eliminazione” le costa 600 milioni di vecchie lire. Ha come aiutanti la maga Pina, nota per le sue sedute spiritiche, e un paio di amici che le trovano il killer. Il 27 marzo 1995 quattro colpi di pistola rimbombano nell’atrio dell’elegante palazzo milanese dove vive: Maurizio Gucci crolla a terra. Il caso è un rebus, nessuna pista, nessun sospetto sulla moglie separata.

Ma il solito scemo, tale Sauvignon, si vanta di aver procurato i contatti giusti per “l’operazione”. La voce arriva agli investigatori: Lady Gucci finisce in manette, i suoi quattro complici pure. Confessano. Patrizia Reggiani si becca 26 anni in via definitiva, nel 2000 tenta il suicidio, ribattezza il carcere milanese di San Vittore “Victor Residence”, prende botte e le restituisce.

Esce, cinica e indurita ma ancora indomabile dopo 17 anni, disegna una collezione . di borse per la boutique di Bozart, litiga con le figlie che non vogliono riconoscerle il ricco mantenimento ottenuto dal marito prima di farlo fuori. Il suo commento: «Come disse Oscar Wilde, credo molto nella giustizia, poco nella legge, per niente nella magistratura». La battuta potrebbe piacere a Lady Gaga che, come Patrizia Reggiani ha una vena di folle imprevedibilità. Nel film non potrà cantare, ma forse è quello che vuole. Dramma a forti tinte da vera attrice. A Star is Born.