Miriam Leone in giuria al Cannes International Series Festival

4 Aprile 2019

L’attrice Miriam Leone “debutta” in veste di giurata al Canneseries, l’International Series Festival, che si svolge a Cannes dal 5 al 10 aprile all’Auditorium Lumière del Palais des Festivals.

Per Miriam Leone far parte della giuria del Canneseries è un riconoscimento prestigioso arrivato grazie al lavoro svolto nella serie Non Uccidere, creata da Claudio Corbucci, prodotta da Freemantle e trasmessa su Rai 3. Senza contare che la sua presenza a un evento internazionale così blasonato sottolinea il successo delle serie made in Italy di nuova generazione. 

Nei panni di Valeria Ferro, l’ispettore di polizia di Non uccidere, Miriam ha raccolto critiche più che positive nel panorama internazionale: “tres bien interprétee par Miriam Leone” scrive il quotidiano francese Le Monde,  E ancora, il ruolo iconico di Veronica Castello in 1992 (la serie tv prodotta da Sky, ambientata negli anni di Tangentopoli), l’ha fatta entrare nella classifica delle 15 migliori serie provenienti da tutto il mondo, stilata da The Hollywood Reporter. Serie il cui ultimo capitolo della trilogia, 1994, uscirà prossimamente.

Tra i film di cui l’attrice è stata protagonista ricordiamo In Guerra per Amore con Pif,  La scuola più bella del mondo con Rocco Papaleo, Fai bei sogni di Marco Bellocchio, Metti la nonna in freezer con Fabio De Luigi, Il Testimone invisibile con Riccardo Scamarcio.

Insieme a Miriam nella giuria del Canneseries Stephen Fry, attore, regista e autore che terrà anche una masterclass, Emma Mackey, protagonista della serie cult  Netflix “Sex Education”, l’attrice canadese Katheryn Winnick, famosa grazie alle serie tv CSI: Crime Scene Investigation, Law & Order: Criminal Intent, Vikings e Bones, E, infine, il compositore francese Rob autore di numerose colonne sonore. La giuria è presieduta da Baran Bo Odan, regista tra l’altro di Dark, prima serie originale tedesca Netflix di successo mondiale.

(foto di Giovanni Gastel)