bambini rifugiati campagna onu

Aiutiamo i piccoli rifugiati delle zone in guerra a tornare a scuola

22 gennaio 2021

#Fantastica Routine è la campagna lanciata dall’Onu a favore di 700mila bambini penalizzati dall’estremismo armato e dalla pandemia

 

Una campagna lanciata dall’Onu per i bambini rifugiati. È #Fantastica Routine, e nasce da alcune considerazioni legate al momento attuale. La pandemia ha rivoluzionato la nostra vita: ci sentiamo molto più insicuri e precari, in balia di un futuro che ci spaventa. Non solo: anche le attività più banali hanno assunto l’aura della straordinarietà. Per esempio, andare a scuola non è più scontato.

Questa impossibilità ci rende molto preoccupati per i nostri figli. E ci fa rimpiangere quella “fantastica routine” di un anno fa. Desideriamo solo tornare alla normalità. Abbiamo quindi acquisito una nuova sensibilità: oggi siamo ancora più consapevoli di quanto sia importante l’istruzione per avere una vita dignitosa. Facendo leva proprio su quest’aspetto l’Agenzia ONU per i Rifugiati (UNHCR) lancia la campagna “Fantastica Routine”, a favore dei piccoli rifugiati.

Anche per loro la scuola era una routine prima di essere costretti a fuggire dalle violenze. Per loro poter andare a scuola significa imparare e socializzare, ma anche ricevere protezione da abusi e sfruttamento. La campagna Onu per i bambini rifugiati ha un duplice obiettivo. Da un lato intende stimolare una riflessione positiva sull’importanza della nostra quotidianità. Soprattutto per quel che riguarda il ruolo dell’istruzione per i bambini.

Campagna Onu per i piccoli rifugiati: salviamo 700mila bambini

Dall’altra ha lo scopo di raccogliere fondi da destinare all’emergenza umanitaria in corso nel Sahel. In questa regione, infatti, l’ondata di violenza da parte dei gruppi armati estremisti, unita alla pandemia, ha determinato la chiusura e la distruzione di 4000 edifici scolastici. L’UNHCR punta ad assicurare istruzione a 700 mila bambini rifugiati che attualmente non vi hanno accesso.

bambini rifugiati campagna onu

Dal 24 gennaio al 14 febbraio anche tu puoi aiutare 700mila bambini rifugiati nel Sahel a tornare a scuola. Basterà infatti fare una donazione tramite SMS o una chiamata da telefono fisso al numero 45588. I fondi raccolti saranno destinati alla costruzione o ristrutturazione di scuole e altri spazi didattici.

Parte del ricavato sarà inoltre utilizzato per organizzare la didattica a distanza per quei bambini che vivono in aree dove non c’è la necessaria sicurezza. Oppure dove le scuole sono chiuse a causa del Covid-19, per la formazione degli insegnanti sulla didattica a distanza. Ma i fondi serviranno anche per garantire un supporto psicosociale. Oltre che per la fornitura di acqua, gel disinfettanti e altri dispositivi per la prevenzione del virus.

Di Cinzia Cinque