I 4 libri della settimana: moda green, storie d’amore e di dolore, una protesta civile

29 Maggio 2020

Dalla storia vera, alla commedia romantica, alla moda eco-sostenibile, alla guerra dell’acqua. Quattro proposte per tutti i gusti

 

Tutto chiede salvezza, Daniele Mencarelli

 

Daniele, 20 anni, viene sottoposto a un TSO, un trattamento sanitario obbligatorio, dopo l’ennesima esplosione di rabbia. Precipita in poche ore nel baratro della follia e, nel reparto di internamento coatto romano, incontra una serie di personaggi ai margini. Ci sono Mario, Gianluca, Giorgio, Alessandro, tutti accomunati dalla rabbia, dalla disperazione, dall’inquietudine che non trova pace. «Salvezza. Per me. Per mia madre. Per tutti i figli e tutte le madri. Per i padri. E tutti i fratelli di tutti
i tempi passati e futuri». Dopo il successo di La casa degli sguardi del 2018, il poeta e scrittore romano Daniele Mencarelli torna con Tutto chiede salvezza (Mondadori, pagg. 204, € 19; e-book € 9,99), candidato al Premio Strega 2020: un romanzo struggente, che attinge alla sua biografia.

In punta di piedi tra le stelle, Elena Realti

Asia ha una vita piena, fa la chef e, nonostante le delusioni amorose passate, incontra un uomo che le fa battere il cuore come mai prima. Apparentemente tutto va alla grande, perché lui ricambia i suoi sentimenti, peccato che sia già impegnato, avendo una moglie e un figlio. Dopo i 30 anni non basta avere amiche che ti vogliono bene e un cugino a cui confidare le tue paturnie: il bisogno più grande, almeno per Asia, è quello di avere accanto un compagno. E allora che fare? Vestire il ruolo dell’amante non è facile, e Asia è assalita da sensi di colpa, paure, dubbi. Ma in fondo chi decide cosa è giusto o sbagliato nella vita? In punta di piedi tra le stelle, esordio di Elena Realti (Giraldi, pagg. 212, € 13; e-book € 3,99), parla di donne come noi, combattenti quotidiane, alle prese con il cuore e la ragione.

 

La rivoluzione comincia dal tuo armadio, Luisa Ciuni e Marina Spadafora

Il mondo della moda può conciliarsi con la tutela del pianeta? Ne sono convinte Luisa Ciuni e Marina Spadafora, e ci spiegano come in La rivoluzione comincia nel tuo armadio (Solferino, pagg. 208, € 16). La prima, giornalista di moda e scrittrice, è reduce da un’inchiesta sull’impatto dell’industria sull’ambiente, la seconda è una stilista in prima linea nella riconversione eco-friendly del business dello stile, con i marchi Prada, Miu Miu, Ferragamo e Marni, oggi ha una linea di maglieria ed è coordinatrice di Fashion Revolution, per un’industria della moda più equa. A partire dai processi di lavorazione e tintura dei tessuti, fino agli sprechi durante le sfilate, si può rivoluzionare tutta la filiera, dall’abbigliamento agli accessori. Leggere per credere!

 

La guerra dell’acqua, David Manzoni

«Vi siete venduti l’umanità. E appena avete visto l’occasione di fare un ultimo affare, avete mosso perfino l’esercito», dice Yambo, giornalista in prima linea, sempre pronto a far luce sulle verità scomode. La guerra dell’acqua, di David Manzoni (Divergenze Edizioni, pagg. 64, € 14), è una storia ambientata in un futuro prossimo assolutamente probabile, e mette in scena i Comitati di difesa dell’acqua pubblica alle prese con un politico trafficone. È un atto di denuncia, un’opera realistica scritta con uno stile impietoso e sferzante, e un sorprendente colpo di scena finale. Per la nuova collana di Teatro Controscena, a cura di Francesca Benazzi e Angela Di Maso, una chicca consigliata a tutti quelli che hanno a cuore il nostro futuro sul pianeta terra.

Eleonora Molisani