Komen Italia lancia Race for the Cure: una maratona live per combattere il tumore del seno

29 Maggio 2020

Si svolge domenica 17 maggio la Race for the Cure a distanza, una maratona live promossa da Komen per raccogliere fondi contro il tumore al seno

Domenica 17 maggio, dalle ore 15, si svolge in diretta live la 21ª Race for the Cure a distanzaPurtroppo la pandemia ha impedito lo svolgersi della corsa. Ma Komen, l’organizzazione basata sul volontariato, in prima linea nella lotta ai tumori del seno, non si è fermata. E ha organizzato una maratona live sui suoi canali social per celebrare in modo diverso la Race di Roma, e impedire che a correre siano solo i tumori. 

A condurre Race for the Cure è la giornalista Olivia Tassara insieme alle madrine Maria Grazia Cucinotta e Rosanna Banfi. Nel corso della diretta è previsto uno spazio dedicato al confronto tra i medici e le donne in rosa: sono quelle che stanno lottando contro un tumore al seno o che l’hanno già sconfitto.

Race for the cure live

Maria Grazia Cucinotta, Rosanna Banfi e Olivia Tassari, a Roma, durante la scorsa edizione della Race for the Cure.

Verso la Race virtuale

La Race Live infatti è il primo dei numerosi appuntamenti dedicati alla prevenzione e alla lotta al tumore del seno: la “tappa” finale è la Race Virtuale, nella quale oltre 20 Paesi europei si riuniranno in uno sforzo comune a favore della stessa causa. Durante la maratona live si potrà effettuare una donazione libera. Inoltre, si potranno acquistare i gadget della capsule collection sul sito. E ci si potrà iscrivere alla Race Virtuale di fine settembre e ricevere la maglia.

Race for the Cure ha l’obiettivo di sensibilizzare tutti sull’importanza di combattere questa malattia e raccogliere fondi finalizzati alla ricerca. Inoltre, in questo modo intende porsi accanto alle donne che stanno affrontando la malattia e farle sentire meno sole. In particolare, soprattutto durante l’emergenza del Covid-19, è fondamentale potenziare l’azione di prevenzione e contrasto.

Race for the Cure live: un milione di iscritti

Le 56 Race for the Cure organizzate in 20 anni in 7 città italiane hanno dato un grande contributo alla lotta ai tumori del seno. Grazie alla generosità di oltre 1 milione di iscritti e delle aziende che hanno partecipato, Komen Italia ha potuto investire oltre 18 milioni di euro a sostegno della ricerca, della prevenzione e del miglioramento delle cure oncologichePer questo è molto importante non bloccare la Race neanche durante l’emergenza. Si rischierebbe così di vanificare il percorso svolto sinora. Anzi, quest’anno la partecipazione simbolica alla Race sarà ancora più importante.

«I tumori del seno continuano la loro insidiosa corsa anche durante la pandemia. Nei prossimi 12 mesi, oltre 2 milioni di donne nel mondo riceveranno questa diagnosi e più di 600mila perderanno la vita per questa malattia» ha dichiarato Riccardo Masetti, direttore del Centro di Senologia della Fondazione Policlinico Universitario “A. Gemelli” IRCCS di Roma e presidente di Komen Italia. «Non possiamo rassegnarci al “distanziamento” che il virus ha imposto anche nelle cure oncologiche e nelle strategie di prevenzione. Per questo chiediamo a tutti di partecipare alla grande maratona live di sensibilizzazione e raccolta fondi. Basta sintonizzarsi domenica 17 maggio sui canali social di Komen Italia».

Race for the Cure live

Riccardo Masetti, direttore del Centro di Senologia della Fondazione Policlinico Universitario “A. Gemelli” e presidente di Komen Italia, durante la scorsa edizione della Race for the Cure.

Numerosi rappresentanti delle istituzioni, della cultura, dello sport, delle aziende, dello spettacolo, della medicina e del volontariato hanno già dato il loro consenso alla Race for the Cure. Nella Race Live, al fianco di Komen Italia, ci saranno anche numerose aziende partner. Tra queste ci sono Johnson&Johnson, Oysho, Vidermina, Aveeno, Pfizer e molte altre.

Di Cinzia Cinque – Foto di Komen Italia