12 Giugno 2018

Uganda, la Perla d’Africa: vacanza-avventura piena di emozioni (ma senza stress)

Uganda: ecco i luoghi da non perdere nella Perla d’Africa (come la chiamava il celebre statista inglese Winston Churchill, uomo non certo dalle emozioni facili) e le dritte per organizzare il viaggio.

 

Nel cuore dell’Africa brilla l’Uganda, un pacifico Stato che esprime tutti i paesaggi del Continente, dall’assolata savana alle impenetrabili foreste. Un Paese dove sono possibili esperienze uniche come l’incontro ravvicinato con i gorilla di montagna (ricordate il film culto Gorilla nella nebbia, con Sigourney Weaver nella parte della mitica zoologa Dian Fossey?) e con gli scimpanzè (specie cara a un’altra emblematica donna-scienzata, l’etologa Jane Goodall).

Non mancano, poi, parchi dove i leoni fanno la pennichella sugli alberi, montagne da scalare come il Ruwenzori e scenografici laghi in crateri di vulcani estinti. Ultimo plus, gli ugandesi, che accolgono i muzungu (come chiamano qui “l’uomo bianco”) con gentilezza e sorrisi. Ecco allora una miniguida con i luoghi da non perdere più tutte le info per organizzare il viaggio. Che puoi fare con i tuoi ritmi, tranquillamente in self drive, noleggiando un robusto fuoristrada.

 

 

Gorilla nella nebbia

L’esperienza top in Uganda è il Gorilla Tracking: andare a vedere i gorilla di montagna nel loro habitat naturale, che è il Bwindi Impenetrable Forest National Park. Avvicinarsi a questi splendidi animali a rischio di estinzione non è una passeggiata, ma un impegnativo trekking nella foresta vergine: niente paura, nell’esperienza si è accompagnati da guide e trekker esperti armati di machete per aprire la via nella foresta impenetrabile. Vivamente consigliato l’aiuto di portatori, della tribù locale dei Batwa i pigmei della foresta, che oltre a portare il vostro zaino aiutano a camminare sugli scivolosi declivi (per la modica somma di $ 15). Il permesso per incontrare i gorilla non è certo a buon mercato ($ 600 a persona): ma con questa cifra, oltre a vivere un’esperienza unica, si salvaguardano i gorilla e si dà un contributo importantissimo alla comunità locale.

La vostra casa nella foresta

Il posto migliore dove soggiornare a Bwindi, è il Bwindi Lodge ($ 450 tutto incluso; organizzano anche l’acquisto del permesso per il Gorilla Tracking): stile coloniale, servizio inappuntabile (ogni camera ha il suo butler personale) e cottage immersi nella foresta. La vista del parco dalla Main House, che ospita ristorante e zona relax, è da urlo. A proposito di ristorante: il menu prevede un piatti tipicamente ugandese di carne o pesce accompagnato da verdure, tutto cotto nelle foglie di banano. Delizioso! Ciliegina sulla torta: non è raro che il lodge venga visitato dalle famiglie di gorilla!

 

Il parco delle meraviglie

Al Queen Elizabeth National Park ce n’è per tutti. Gli appassionati di game drive possono cercare i leoni nella zona di Ishasha: particolarità dei felini che abitano qui, trascorrere la maggior parte della giornata sugli alberi, abitudine che rende più facili gli avvistamenti! Chi ama le escursioni in barca non perda la crociera lungo il Kazinga Channel, canale che unisce il lago Edoardo al lago George, durante la quale si incontrano ippopotami, bufali e una grande varietà di uccelli, come gli splendidi ibis. La crociera finisce nel lago Edoardo dove, al tramonto, si ritrovano le barche dei pescatori locali. Per chi adora guidare lungo sterrate in paesagi da favola ci sono la Channel Drive, lungo la quale è facile incontrare famiglie di elefanti, e la Crater Drive, che corre sulla sommità di un gruppo di vulcani estinti i cui crateri sono oggi laghetti cristallini. L’ingresso nel parco costa $ 40 dollari a persona.

Il pianeta delle scimmie

Altro incontro ravvicinato possibile in Uganda è quello con gli scimpanzè nel parco di Kibale (il permesso costa $ 150). Sempre in compagnia di ranger ci si avventura nella foresta finché non si… sentono i primati. Poi, ci si ritrova circondati dal gruppo di animali che giocano, si parlano, saltano da un ramo all’altro, litigano, si spulciano. La cosa che impressiona di più, gli atteggiamenti molti simili ai nostri. Base ideale per visitare Kibale, l’Isunga Lodge, cottage su una collina che domina la foresta, menu che cambia tutti i giorni, staff attentissimo a non farti mancare niente. In più, i proprietari, gli scozzesi Karen e Gerard, che ti fanno sentire come a casa. Si spendono in b&b da $ 95 in due, $ 125 per la mezza pensione.

Prima di partire

Compila il visto online qui. Costa $ 50, che puoi pagare direttamente online.

Noleggia un fuoristrada, con o senza autista (il self drive è facile e divertente). Tra i noleggiatori più affidabili, 4X4 Uganda, che offre auto da $ 70 al giorno.

 

di Federica Presutto