4 February 2020

Tustyle a Sanremo 2020: news, canzoni e ospiti serata per serata

Cosa succede al Festival te lo raccontiamo noi di Tustyle: in diretta dalla sala stampa del teatro Ariston di Sanremo i retroscena, gli ospiti, i cantanti e le curiosità della kermesse canora più amata

Cosa indossano le conduttrici? Quali sono le paure dei big prima di salire sul palco? Chi sono i superospiti e le bellissime vallette scelte da Amadeus? Segui con Tustyle il dietro le quinte del Festival di Sanremo, dal 4 all’8 febbraio in diretta in prima serata su Raiuno. Giorno per giorno, le foto più belle, le notizie più interessanti e i gossip raccolti in sala stampa. E ovviamente ci sono i nostri voti alle canzoni in gara e ai protagonisti del 70esimo Festival della Canzone Italiana. Non dimenticare i social: segui Tustyle anche sulle storie di Instagram e su Facebook. E vedrai che Festival!

Scopri in vincitore delFestival di Sanremo 2020 

Serata finale

Michele Zarrillo Nell’estasi o nel fango: la sua canzone occupa  lo spazio tra Tozzi e i Coldplay, con un’inedita nota “blu” nell’interpretazione della voce. Voto 7

Elodie Andromeda Bella, brava e super sexy chic. La canzone è cool al punto giusto. E la firma di Mahmood ci fa capire quanto sia bravo davvero. Per l’ultima sera Elodie si è “sciolta”, impadronendosi del palco.Voto 10 

Mara Venier, prima ospite della serata: è la zia d’Italia. Solo lei può permettersi di presentarsi al Festival con un enorme mazzo di chiavi. Le vogliamo bene.

Enrico Nigiotti Baciami adesso Una canzone formato Sanremo/spiaggia. Il ritornello è perfetto per una notte in riva al mare con lui ( il tuo). Voto 6,5

Irene Grandi<Finalmente io Nella canzone dice: “Da sempre arrabbiata, da sempre sbagliata”. Noi la troviamo giustissima per il Festival. E ci dà quella sferzata rock che fa bene al mood della serata. Voto 7

Scende in campo Diletta Leotta con lo strascico, in versione sposa del Festival. Il ricamo sul corpetto lo abbiamo interpretato come un omaggio a Sanremo.

Alberto Urso Il sole ad est La tradizione del bel canto non guasta mai a Sanremo. Sicuramente apprezzato da chi ama il genere dei Il Volo. Lo abbiamo apprezzato per il look: t-shirt, blazer + sneaker. Modaiolo. Voto 6,5

Diodato Fai rumore Da outsider a possibile protagonista. Con una presenza scenica sempre più sicura serata dopo serata. E poi è elegantissimo. Ci piace. Vincerà? Voto 8

Marco Masini Il confronto Le bretelle rossonere e il giglio rosso tatuato sono un tocco da maestro. La voce è quella di sempre. Un consiglio: Accorciare la barba.Voto 7

Leo Gassmann Vai bene così Già da X Factor avevamo notato il suo aspetto gentile e umile. Probabilmente per via del cognome ingombrante. Ora però, caro Leo, hai vinto. Stupiscici!<

Tiziano Ferro Grande introduzione, da attore consumato. Calca il palco dell’Ariston come se fosse il suo concerto, trasmettendo tutto il suo entusiasmo per la sua lunga performance sanremese. L’anno prossimo sarà difficile fare meglio. Ti amiamo anche noi.

Piero Pelù Gigante Scende dalle scale, capelli sciolti, la giacca slacciata sul petto nudo con il messaggio “Tu 6 molto di +”. Poi saluta il pubblico con un “bonsoir”, attacca con la grinta di un autentico rocker e riempie il teatro Ariston con la sua inconfondibile voce. Sull’ultimo ritornello si fa un giro tra il pubblico e scippa una signora. Grande. HUAH! Voto 8,5

Levante Tikibombom Trucco e parrucco da replicare subito. Ripete per la quinta serata lo stesso look – bralette e longuette con spacco – che le sta bene. I plateau glitterati sono il top. La canzone è da playlist del mattino per arrivare al lavoro con la giusta carica. Voto 8

Pinguini Tattici Nucleari Ringo Starr Per la serata finale sul palcoscenico hanno dato tutto. Anche una bacio in diretta a una divertita Mara Venier. Tra i favoriti. Voto 7,5

Achille Lauro Me ne frego Anche noi ce ne freghiamo delle critiche che ha ricevuto. Lui è il vero personaggio del Festival. Look e trucco da paura per cinque sere. E alla fine saluta come la regina Elisabetta (prima e seconda). Ci piace da morire. Voto 9

Junior Cally No grazie È stato dipinto come il bad boy del festival. Si è tolto la maschera e forse ha lasciato con lei un po’ della sua energia. Voto 7

Raphael Gualazzi Carioca Altro brano da playlist per una bella dose di buonumore. E lui vero padrone del suo strumento, il pianoforte. Artista a 360° e lo dimostra in ogni occasione, anche in sala stampa. Voto 8

Tosca Ho amato tutto Con gli anni, la sua voce ha preso toni che ricordano da vicino l’indimenticabile Mia Martini. E li mostra tutti in questa canzone di classico stile sanremese, senza tempo e dalla melodia romantica. Voto 7.5

Francesco Gabbani Viceversa Perde un po’ della verve che lo ha fatto vincere due edizioni fa, con l’indimenticabile Occidentali’s Karma. Ma grazie al sapiente contributo di Pacifico guadagna in profondità autorale. Voto 8,5

Rita Pavone Niente (resilienza 74) 74 come la sua età anagrafica, ma quando arriva sul palco si esibisce con la stessa forza delle colleghe più giovani. È la nostra Mick Jagger in gonnella. Voto 8,5

Le Vibrazioni Dov’è Il Maestro Beppe Vessicchio ruba per una manciata di secondi la scena alla band, ricevendo dal pubblico una vera ovazione. Poi, Francesco Sarcina sorprende lasciando il posto da frontman a Mauro Iandolo che interpreta la canzone nella lingua dei segni. Bravi tutti. Voto 9

Anastasio Rosso di rabbia Ci siamo rimaste male a vederlo all’11esimo posto  della classifica provvisoria. Perché la sua canzone è giusta per questi tempi. Speriamo in un colpo di scena. Voto 8

Riki Lo sappiamo entrambi Penalizzato dall’essere salito sul palco dopo Anastasio. A volte la scaletta è “cattiva”. Voto 6,5

Giordana Angi Come mia madre Dai tempi di Amici ha ingentilito la sua immagine, ma la forza della sua voce è rimasta la stessa. Voto 6,5

Paolo Jannacci Voglio parlarti adesso La somiglianza con il padre è spiazzante. Elegantissimo, in smoking di velluto, canta la sua ballad con passione. E all’atro Festiva ieri notte, ha mostrato tutta la sua bravura al pianoforte. Voto 7

Elettra Lamborghini Musica (e il resto scompare) La vera scoperta di questo Festival, vince di gran lunga per simpatia e spontaneità, dimostrata nelle tante interviste a contorno della kermesse. Voto 7

Rancore Eden Carino e casual nel suo look total black. E il tocco di stile di Dardust nella musica e nell’arrangiamento si sente tutto. Voto 7,5

Quarta serata: venerdì

Tecla 8 Marzo Tutto ben fatto, considerando la giovane età. Voto 6,5

Marco Sentieri Billy Blu Il testo è diretto, senza fronzoli. Meritava di passare. Voto 8,5

Leo Gassmann Vai bene così Un ragazzo consapevole di essere più fortunato di altri, che non smette di cercare la sua strada. Voto 9

Fasma Per sentirmi vivo Il mondo e il linguaggio dei giovani in diretta dall’Ariston. Le imprecisioni “stonano”, ma neanche tanto. Voto 8,5

Paolo Jannacci Voglio parlarti adesso. La solita piacevolezza. Voto 7

Dua Lipa Vince senza neanche essere in gara. Voto 10

Rancore Eden Il testo acquista potenza a ogni ascolto. In radio sarà un successo. All’Ariston, purtroppo, meno. Voto 9

Giordana Angi Come mia madre Giordana è brava e ha una bella voce. Ma la ricerca dell’identità è un percorso lungo. Che non finisce a Sanremo. Voto 6,5

Francesco Gabbani Viceversa L’affetto del pubblico è già una vittoria. Voto 7,5

Raphael Gualazzi CariocaIl ritmo cresce e l’esibizione con i piccoli ballerini è top. Voto 7

Pinguini Tattici Nucleari Ringo Starr Sei ragazzi della provincia amici dai tempi della scuola. Si vede, e si sente. Podio. Voto 8,5

Anastasio Abbandona le T-shirt urban per un completo rosso fuoco. Adatto a chi è Rosso di rabbia. Voto 9

Elodie Andromeda Sexy come Dua Lipa (che si è esibita prima di lei). Voto 9,5

Riki Lo sappiamo entrambi Il ritornello è orecchiabile, ma bisogna crederci di più. Voto 6

Ghali Finalmente un Sanremo specchio dei tempi. Ghali sveglia l’Ariston con una performance suggestiva e raffinata. Voto 10

Diodato Fai rumore Impossibile non tenerne conto. Voto 9

Irene Grandi Finalmente io A suo agio, serata dopo serata. Voto 8

Achille Lauro Me ne frego  Ad avercene di artisti che si mettono in gioco così. E pazienza se la canzone non è un granché. Voto 8

Piero Pelù Gigante Il rock come unica religione. Voto 8

Tosca Ho amato tutto “Tu sei l’unica messa a cui sono andata”. Voto 8

Michele Zarrillo Nell’estasi o nel fango Alla quarta serata si inizia ad avvertire la stanchezza. Voto 7,5

Junior Cally No grazie Innocuo, eppure in classifica paga lo scotto delle polemiche. Voto 7

Le Vibrazioni Dov’è In cima alle preferenze, per loro un grande festival. Voto 7,5

Alberto Urso Il sole ad est In gilet rosso damascato fa un giro in platea, le signore apprezzano. Voto 6,5

Levante Tikibombom Icona del femminismo, Levante ha una canzone complessa, che va capita ascolto dopo ascolto. Voto 8

Bugo e Morgan Sincero L’esibizione salta per defaillance di Bugo.

Rita Pavone Niente (Resilienza 74) Il rock regge, anche alle due di notte Voto 7

Enrico Nigiotti Baciami adesso Voto 7

Elettra Lamborghini Musica (e il resto scompare) Voto 5
Marco Masini Il confronto Voto 8

Terza serata: giovedì

Michele Zarrillo con Fausto Leali Deborah I duetti maschili non si usano più. Voto 6,5

Junior Cally con i Viito Vado al massimo Nel testo, sagace, irrompono anche le sardine. Il messaggio è chiaro. Voto 8

Marco Masini con Arisa Vacanze romane Due belle voci che stanno bene insieme. Ma il look di lei è sbagliato. L’omaggio rétro poteva fermarsi agli acuti. Voto 8

Riki con Ana Mena L’edera Lui è un garzone degli anni 50, lei gli tiene il gioco della seduzione. Come in una soap opera di successo. Voto 5,5

Raphael Gualazzi con Simona Molinari E se domani Intenso, raffinato. Gualazzi è nel suo mondo e Simona Molinari è proprio brava. Voto 9

Anastasio con la PFM Spalle al muro La penna del ragazzo è notevole, a tratti sorprendente. Ma l’avevamo già detto, no? Voto 9

Levante con Francesca Michielin e Maria Antonietta Si può dare di più L’effetto karaoke si perde in un arrangiamento esasperato. Voto 6,5

Alberto Urso con Ornella Vanoni La voce del silenzio Ci sono canzoni (e cantanti) eterne. Voto 7

Elodie con Aeham Ahmad Adesso tu La più stilosa del Festival, un’interprete come si deve.

Voto 8,5 Rancore con Dardust e La rappresentante di Lista Luce La solita faccia incazzata, la stessa grinta, lo stesso talento di cui abbiamo già scritto. Dardust in console è il valore aggiunto. Voto 9,5

Roberto Benigni Immenso Pinguini Tattici Nucleari Settanta volte Ci vuole intelligenza per essere pop. E questi ragazzi lo sono. Voto 8,5

Seconda serata: mercoledì

Fiorello Vestito da Maria De Filippi: gli abbiamo ricordato la promessa in sala stampa e lui l’ha mantenuta. Genio Voto 10+

Gabriella Martinelli e Lula Il gigante d’acciaio Il duo femminile porta sul palco una ventata pop rock con una parte rappata alla Anastasio. Non passano, per un soffio. Voto 7,5

Fasma Per sentirmi vivo Bisogna tenere a bada l’emozione, ma a 23 anni si perdona qualche sbavatura. Voto 8 Marco Sentieri Billy Blu Racconta una storia di bullismo reale, autobiografica. Lui l’ha superata, con stile (anche nel look). Voto 7,5

Matteo Faustini Nel bene e nel male Un insegnante delle elementari in versione cantautore. Bravo e carino, il cocco della maestra (inspiegabilmente rimandato dalla giuria). Voto 8,5

Piero Pelù Gigante L’acustica difetta, il completo vinilico riflette troppa luce e lui scende dal palco per un giro in platea. Yeah!  Voto 7

Elettra Lamborghini Musica (e il resto scompare) La voce fatica ad arrivare, fino all’inevitabile twerking che la scioglie un po’. Intimidita, generosa nella jumpsuit monospalla lustrini&piume, fa quasi tenerezza. Ma per ora niente di più. Voto 6

Enrico Nigiotti Baciami adesso Ovvero come buttar via una canzone. Voto 5

Levante Tikibombom Un’esibizione che fa più intensa la canzone. Levante è una certezza. Voto 8

Pinguini Tattici Nucleari Si balla con Ringo Starr. Canzonetta allegra che risveglia gli animi e le signore in nafatalina.

Voto 7 Tosca Ho amato tutto Teatrale al limite dello stucchevole. Comunque una signora musica. Voto 7,5

Francesco Gabbani Viceversa Fischiettio e ritornello orecchiabile. Più qualche passetto al quale non riesce a rinunciare. Tutto bilanciato e ben fatto. Voto 8

Paolo Jannacci Si presenta in punta di piedi. La sua Voglio parlarti adesso è una canzone “educata”. Voto 7,5

Rancore Eden Arriva sul palco con la faccia incazzata e porta in scena tutto il rancore che ha dentro. Il ta-ta-ta di Durdust lo stende (letteralmente). Voto 9

Junior Cally No grazie Senza maschera e senza nulla da nascondere. Il testo della sua canzone chiude (speriamo) le polemiche delle scorse settimane. Voto 7

Sabrina Salerno Tutta la vita sul palco, please. Voto 9

Giordana Angi Come mia madre La prima volta al Festival è importante, anche se non sempre è quella giusta Voto 4,5

Michele Zarrillo Nell’estasi o nel fango Canta “amico sei stanco come me” e mette d’accordo tutti i presenti (si esibisce, per ultimo, all’una e mezza di notte).  Voto 6,5

Laura Chimenti Il monologo sulla mamma che lavora (ma davvero, ancora?) Voto 4 La giuria demoscopica N.C.

Prima serata: martedì

Fiorello Vestito da Don Matteo (“l’unico Matteo che funziona in Italia”) apre il Festival e lo dissacra in un nanosecondo. Voto 10

Eugenio in Via Di Gioia Con Tsunami mostrano un filo di emozione di troppo e la giuria demoscopica (purtroppo) non li perdona. Nonostante le magliette alla marinière. Voto 7,5

Tecla All’Ariston in denim e luccichii canta un 8 Marzo che suona come un pezzo fin troppo classico. Avrebbe potuto osare di più, la voce e l’età lo consentono. Voto 6

Fadi Ringrazia la Romagna (e fa simpatia). Ma la sua Due Noi non funziona. Voto 4

Leo Gasmann Il ragazzo ha, nell’ordine: una bella faccia, tanto seguito sui social e una canzone, Vai bene così, che si è cucito addosso con maestria. Voto 9

Irene Grandi Le scale le fanno paura. Ma quando parte Finalmente Io, le incertezze svaniscono. Voto 7

Diletta Leotta La simpatia non è il suo forte ma l’abito da sera le dona. Voto 6

Update: il monologo no, grazie Voto 3

Marco Masini Il Confronto: meno incazzato ma ancora un po’ disperato. Voto 7,5

Rita Pavone Niente (resilienza 74): nonostante l’acustica imperfetta e la voce sovrastata dagli strumenti, l’effetto rock non si perde. Voto 6,5

Rula Jebreal L’incanto dell’autenticità, e quello degli abiti Armani Privé Voto 8

Update: toccante il monologo nella parte autobiografica Voto 8

Achille Lauro Me ne frego. La cappa nera con cristalli (griffata Gucci) nasconde una tutina in lurex che oscura tutto il resto (pur mostrando parecchio). Achille Lauro è uno show, premio al coraggio. Voto 9

Diodato Fai Rumore è una raffinata dichiarazione d’intenti. La voce è potente, l’esibizione generosa, il look azzeccato (Dolce & Gabbana). Il pezzo andrà lontano. Voto 8,5

Le Vibrazioni Dov’è Insieme sono forti, anche nell’infinta ripetizione del titolo: il linguaggio dei segni, e della parola. Voto 6,5

Anastasio Se è dato tra i favoriti un motivo c’è. La sua Rosso di Rabbia picchia. E lui sul palco è una mitraglia. Voto 8

Tiziano Ferro Almeno tu nell’universo Patrimonio nazionale, la canzone e lui Voto 10

Elodie Andromeda è nata per stupire. E la cantante romana ci mette del suo: fisico pazzesco (look Versace), grinta e voce. Voto 9

Bugo e Morgan Sincero in radio da subito, inno degli eterni “in cerca di qualcosa” Voto 7

Emma Bentornata. Voto 10

Alberto Urso Il sole ad Est Quota belcanto Voto 7

Riki Lo sappiamo entrambi Meglio dal vivo: il ragazzo ci mette pathos Voto 6

Raphael Gualazzi Carioca Il look dell’esibizione è da rivedere ma la canzone è piena di ritmo Voto 7